Corso di formazione ATEX meccanico e assiemi

Dalle norme EN 13463
alle EN ISO 80079-36 & 37

Il corso è indirizzato alla valutazione dei rischi ATEX di tipo meccanico e all’applicazione delle tecniche di prevenzione e protezione delle sorgenti di accensione presenti in apparecchiature, macchine, assiemi e impianti. Sono presentati i requisiti principali delle norme di riferimento e la marcatura Ex h. È rivolto a costruttori, progettisti, consulenti, installatori, manutentori, tecnici del settore e verificatori degli organismi di controllo.

Scopri il Corso

Iscriviti al Corso

Dati di fatturazione

Indirizzo di fatturazione

PROSSIMO CORSO

24

FEBBRAIO 2021

09:00

0 POSTI RIMANENTI

350,00

PREZZO IVA ESCLUSA

8

ORE DURATA CORSO

0 POSTI RIMANENTI

Videoconferenza

Programma

Direttiva ATEX 2014/34/UE

  • Nel Corso di formazione ATEX meccanico e assiemi saranno descritte importanti novità per le apparecchiature meccaniche e per gli assiemi

ATEX & IECEx

  • certificazione IECEx meccanico: opportunità e nuovi mercati
  • conformità per apparecchiature non elettriche e per gli assiemi

Norme tecniche di riferimento:

  • EN 13463-x:2009: Apparecchi non elettrici destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive.
  • EN ISO 80079-36:2016: Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere potenzialmente esplosive. Metodo e requisiti di base.
  • EN ISO 80079-37:2016: Modi di protezione “c”, “b”, “k”
  • requisiti principali e differenze tra le norme
  • esempi di marcatura

Assiemi: requisiti principali e marcatura

Valutazione dei rischi ATEX per apparecchiature meccaniche e assiemi

Esercizi e casi pratici di valutazione del rischio ATEX (apparecchiature e assiemi)

Programma

Direttiva ATEX 2014/34/UE

  • importanti novità per le apparecchiature meccaniche e per gli assiemi

ATEX & IECEx

  • certificazione IECEx meccanico: opportunità e nuovi mercati
  • conformità per apparecchiature non elettriche e per gli assiemi

Norme tecniche di riferimento:

  • EN 13463-x:2009: Apparecchi non elettrici destinati ad essere utilizzati in atmosfere potenzialmente esplosive.
  • EN ISO 80079-36:2016: Apparecchi non elettrici destinati alle atmosfere potenzialmente esplosive. Metodo e requisiti di base.
  • EN ISO 80079-37:2016: Modi di protezione “c”, “b”, “k”
  • requisiti principali e differenze tra le norme
  • esempi di marcatura

Assiemi: requisiti principali e marcatura

Valutazione dei rischi ATEX per apparecchiature meccaniche e assiemi

Esercizi e casi pratici di valutazione del rischio ATEX (apparecchiature e assiemi)

Dibattito e conclusione:

Il corso è strutturato in modo da consentire momenti di discussione e chiarimenti con esempi pratici e applicativi basati sull’esperienza in campo.

Docenti:

Maurizio Toninelli
(certificato di competenza IECEx CP INE11.0002)

Simone Cè
(certificato di competenza Ism-ATEX 17CP0587)

La quota comprende:

Materiale didattico, attestato di partecipazione, coffee break e colazione di lavoro (solo per corsi in presenza).

Prenota il Corso

Apparecchiature meccaniche ATEX

Le apparecchiature meccaniche, ad es. pompe, ventilatori, riduttori, coclee, ecc., rientrano nel campo di applicazione della direttiva ATEX 2014/34/UE in quanto le scintille meccaniche rappresentano potenziali sorgenti di innesco.

Le norme EN 13463-x, che per anni hanno rappresentato il riferimento tecnico per l’ATEX meccanico, dal 1° novembre 2019 sono state sostituite dalle norme armonizzate EN ISO 80079-36 e 80079-37.

Queste norme introducono la nuova marcatura Ex h comune per tutte le apparecchiature in sostituzione delle diverse marcature precedenti (“c”, “b”, “k”).

Nella norma EN ISO 80079-36 sono stati introdotti i livelli di protezione (EPL, Equipment Protection Level) come indicazione addizionale rispetto alle categorie ATEX 2014/34/UE; è stato altresì introdotto il gruppo III (polveri) in aggiunta ai gruppi I (miniere) e II (gas).

La norma EN ISO 80079-37 accorpa in un unico documento le tre norme precedenti (EN 13463-5, EN 13463-6 e EN 13463-8), mantenendo comunque la suddivisione dei modi di protezione “c”, “b”, “k” con i relativi requisiti; i modi di protezione sono esplicitati nelle istruzioni d’uso.

Per le apparecchiature meccaniche di categoria 2 (zona 1, 21) il costruttore deve depositare il Fascicolo Tecnico presso un organismo notificato che ne rilascia la ricevuta di deposito.

Per la categoria 3 (zona 2, 22) è richiesta la realizzazione di un fascicolo tecnico, senza l’obbligo di deposito; per la categoria 1 (zona 0, 20) è obbligatorio il certificato da parte di un organismo notificato.

Tutte le apparecchiature meccaniche ATEX devono essere fornite con Dichiarazione di conformità e istruzioni d’uso.

Prenota il Corso